Motif: arriva il trench intelligente

Motif, M per gli amici, è un trench di nuova generazione. Cosa intendo? Vediamo: M è un capo tecnologico.
Ospita sulla sua superficie un dispositivo per la connessione in wifi e un mini-caricatore di smartphone.
Il debutto in società è previsto per febbraio 2014 su suolo americano e già le compagnie telefoniche si affannano per elaborare un piano tariffario a misura di trench. Nella fattispecie Sprint offre 1 gb di traffico gratis per i primi tre mesi dall’acquisto, che dal quarto mese frutteranno alla compagnia 14 dollari al mese.
Il caricatore di smartphone posto nel taschino interno all’altezza del petto è compatibile con iPhone 4, 4S, 5 e con il Galaxy S3, S4. A seconda del modello si hanno a disposizione 3 / 4 cicli di carica.

motif

…dimenticavo: Motif è impermeabile…

TAGS

Anna Dumitriu e la moda batterica

C’è un’artista in Inghilterra. Si chiama Anna Dumitriu ed è specializzata in bioarte, quel filone artistico che concentra il suo interesse nell’interazione uomo-tessuti/batteri/altre forme di organismi viventi.

Questa originalissima ragazza ha deciso di intrappolare batteri resistenti agli antibiotici all’interno delle trame di un tessuto.

Ecco un’intervista all’artista:

E di seguito una foto delle tante creazioni della Dumitriu:

(Photo from: ecouterre.com)

TAGS

Moda & Motori: Cute Circuit per Mercedes

Cute Circuit non ne sbaglia mai una. Questa volta l’ispirazione è arrivata dal mondo dei motori, per cui gli specialisti del tech fashion più glamour hanno creato una uniforme da pilota ad alto di tasso di tecnologia.

Il concetto alla base: l’interazione stretta, anzi strettissima, tra uomo e macchina. Come è diventato realtà? Attraverso una tuta bianca e tanti White Magic panel, illuminati da 16mila pixel bianchi a creare giochi di luci e immagini per raccontare lo stato d’animo del pilota.

Assolutamente originale l’idea, se si pensa che promuove il nuovo motore della casa automobilistica tedesca.

Ecco il video dello spot:

TAGS

Clap-off Bra: batti le mani, togli il reggiseno

Maschi di tutto il mondo riunitevi!

Le complicate manovre per liberare le forme della vostra amata dalla trappola di pizzi, merletti e ferretti sono giunte alla loro fine. Adesso basta battere le mani e… les jeux sont faits!

La meraviglia è possibile grazie al chip Arduino, tecnologia 100% Made in Italy, installato dentro Clap-off Bra che sollecitato dal rumore sgancia la chiusura del reggiseno.

Diciamolo… se fosse messo in commercio, vi eviterebbe (anche) un sacco di brutte figure.

TAGS

Midi Controller Jacket: musica per il tuo giubotto!

Prendete un giubbino e mettetevi a ballare. Oltre a sudare, se e solo se indossate Midi Controller Jacket, inizierete a produrre musica. Letteralmente.

Come è possibile? Una serie di sensori attivabili al tatto e un’applicazione mobile leggeranno i movimenti del corpo e li tradurranno in musica per le vostre orecchie.
Il progetto è live e (ovviamente) finanziabile su KickStarter. I creatori contano di concludera la fase di produzione a novembre del 2013 e iniziare le prime spedizioni degli ordini a partire dallo stesso mese:

Pronti a scatenarvi? Il ritmo lo decidete voi!

TAGS

Cute Circuit per Magnum #Pink&#Black: moda da mangiare!

Introduzione: è geniale.

Sviluppo: Cute Circuit, maison della moda tecnologica che si avvale della creatività di Francesca Rosella (ex Valentino), ha lanciato il 29 marzo la sua nuova collezione Pink&Black Haute Couture in occasione della presentazione dei due nuovi gusti Magnum (il gelato) per l’estate.

Seta francese, organza e migliaia di cristalli Swarovski cuciti a mano rendono gli abiti Pink&Black raffinati ed eleganti, ma è la tecnologia a dargli l’unicità di cui sono portatori. Al loro interno, infatti, ospitano dei sensori attivabili tramite Twitter con il messaggio #pink o #black che contribuiscono a creare effetti di colore sul tessuto degli abiti. Per partecipare in prima persona alla collezione è necessario scaricare l’app Q di Cute Circuit e iniziare a cinguettare il colore del cuore.

Conclusione: è geniale.

TAGS

Me-Ality, Bloomingdale’s, New York e un paio di jeans

Sta arrivando. L’estate è alle porte e con lei la prova costume. Iniziamo dai jeans? Magari risulta meno traumatico.

Le alte sfere di Bloomingdale’s devono aver pensato così, quando hanno deciso di installare all’interno di 5 dei suoi punti vendita di New York un body scanner capace di rilevare, attraverso una tecnologia altamente sofisticata, la taglia esatta dei jeans.

Il tutto accade in meno di 5 minuti: dall’ingresso in cabina all’uscita vittoriose/barra sconfitte, ma sempre accompagnate da un foglietto con codice a barre annesso che consiglia i modelli più adatti alla silhoutte rilevata e guarda caso indirizza a questo settore o a quell’altro. Di Bloomingdale’s, of course.
Che ne dite?
Nel video un piccolo esempio di come funziona questa tecnologia.

PS: il nome dell’installazione, Me-Ality, è un gioco di parole con Re-Ality.

TAGS

Un proiettore per vestito

Lei: Carrie Underwood, cantante country a stelle e strisce e vincitrice della quarta edizione di American Idol.

Lui: Don O’Neil, un designer europeo formatosi a Dublino con forti influenze newyorkesi, fondatore della maison Theia, dal nome dell’omonima dea greca. (Era la mamma della Luna, secondo gli antichi).

L’altro: un abito, pensato e realizzato da Lui per Lei, in occasione di un’esibizione agli ultimi Grammy Awards.

Segni particolari: il vestito ospita al suo interno un proiettore, che per l’appunto proietta immagini e motivi differenti sul tessuto.

TAGS

Alexander Wang loves Samsung. O viceversa?

Non preoccupatevi: non si tratta dell’ennesimo telefono griffato o dell’ultima fashion fotocamera.

Questa volta gli scopi sono nobili: Alexander Wang ha a disposizione la tecnologia Samsung per trarre ispirazione per un’unica e sola tech bag in edizione limitata, i cui profitti di vendita andranno in beneficenza alla fondazione Art Start.

L’iniziativa, conclusasi il 23 febbraio scorso, ha coinvolto aspiranti designer, re e regine delle passerelle e appassionati di moda chiamati a condividere una foto, un video, un’immagine animata in digitale ed proveniente da un dispositivo Samsung, con il celebre Wang. A quale scopo? Finire sulla borsa limited edition di cui sopra.

Una collaborazione importante quella tra Wang e Samsung che sottolinea ancora una volta quanto sia diventato fondamentale il ruolo della tecnologia nel futuro della moda.

Di seguito il video di lancio dell’iniziativa. Buona visione!

TAGS

Must have: Falabella Itsy Bitsy by Stella McCartney

Mi correggo: Falabella Bio by le pecore dell’allevamento di Stella McCartney.

La stilista ha deciso di affidare il modello dell’A/I 2012 agli animali da lana della sua fattoria di Cotswolds in Inghilterra.

stella-mccartney-falabella

Il prezzo è di 1,225 euro per una edizione limitatissima dell’it bag più comprata degli ultimi tempi in versione rigorosamente eco-friendly.

Avvertenze: evitare l’uso estivo, la borsa causa sudorazione.

Curiosità: Itsy Bitsy è un modo di dire anglosassone, qui per il significato.

(Foto: www.stellamccartney.com)

TAGS